fbpx

PIASTRA PER CAPELLI: come scegliere quella più adatta

Indice dell' Articolo...

Cos’è la piastra per capelli

La piastra per capelli è un elettrodomestico presente in tutte le case ed è usata per fare delle modifiche alla struttura del capelli attraverso l’alta temperatura, oggi ne esistono di tante tipologie e quelle più comuni servono per lisciare i capelli mossi o ricci o per creare piccoli effetti di movimento come le onde, ma ci sono anche quelle studiate per creare dei riccioli.
Le piastre liscianti sono alimentate tramite un cavo elettrico, ma ne esistono anche vari modelli in versione cordless che sfruttano il butano.

Questo strumento è usato su poche ciocche per volta, onde evitare stress termici sul capello e preventivamente, è bene che tu applichi un prodotto termo-protettore.
Il calore rischia di creare un eccessivo stress ai capelli e quindi dei possibili danni ed infatti, oggi, soprattutto i professionisti preferiscono alcuni modelli che sfruttano la tecnologia a ioni o verso tipologie a vapore.
La piastra è uno strumento molto comodo, soprattutto se sei tra le donne che non vanno sempre dal parrucchiere, ma vuoi essere in ordine, fissando una piega che regga nel tempo, nonostante eventuali fattori climatici come umidità e vento.
L’utilizzo della piastra per capelli è piuttosto semplice e la applicherai dopo aver lavato e asciugato accuratamente i capelli in tutta la loro lunghezza, per fare poi la piega.

La storia della piastra per capelli


Secondo l’opinione comune, sembra che il primo ad avere un’idea del lisciamento dei capelli sia stato Ian Gutgold, il quale studiò delle sostanze chimiche da applicare sul capo, in modo da rendere appunto lisci i capelli ricci: l’unico problema fu però che bruciò lo scalpo della povera donna che vi si era sottoposta.
Simon Monroe, successivamente, nel 1906 ebbe l’idea di brevettare uno strumento formato da sette denti metallici tali da pettinare i capelli fino a lisciarli.

Tre anni più tardi, K. Shero inventò invece un utensile composto da due ferri piatti che erano prima riscaldati fino a diventare roventi,

per poi essere passati su tutta la lunghezza dei capelli.

Chi deve usare la piastra per capelli


La piastra per capelli è uno strumento dedicato alle persone, soprattutto donne, che avendo dei capelli mossi o ricci,

desiderano renderli lisci, oppure, al contrario, che hanno i capelli lisci e vogliono donargli un aspetto mosso e voluminoso.

Molti soggetti infatti hanno i capelli già lisci di natura e tuttavia desiderano donare una piega migliore grazie alla piastra.
Si tratta di uno strumento molto bello, pratico e comodo, ma è opportuno che eviti di abusare del suo utilizzo, perché,

per quanto attualmente esistano modelli delicati nei confronti del capello, tutti lo sottopongono a una sorta di stress che rischierebbe di sfibrarli e rovinarli.

Come scegliere la piastra per capelli


Alcuni modelli recenti possono essere utilizzati su capelli ancora umidi senza rovinarli ed è un modo per risparmiare tempo nella fase di asciugatura.
Le nuove piastre a vapore, alle quali abbiamo già accennato, hanno invece il pregio di donare particolare morbidezza e lucentezza al capello.
La scelta durante il tuo acquisto della piastra per lisciare deve soprattutto tenere conto dei materiali con i quali è stata costruita: quelle di prima fabbricazione erano pesanti, mentre le più recenti sono fatte con componenti leggeri e robusti.

Il materiale più usato è la ceramica, grazie al modo delicato con il quale questo ti garantisce una piega duratura, scivolando morbidamente sui capelli.
I modelli inoltre possono variare in base alla lunghezza della tua chioma, a un utilizzo dedicato solo alla stiratura, oppure e vale per quelle più lunghe e sottili anche per ondulare il capello.
La scelta che oggi offre il mercato addirittura potrebbe metterti in crisi, perché è difficile comprendere esattamente quale articolo vada bene per la tua tipologia di capello e pertanto è bene iniziare a valutare in base a determinate caratteristiche oggettive e valide davvero per tutti.

Principalmente, per scegliere la migliore piastra per capelli, i fattori che dovrai iniziare a tenere in considerazione sono:

  1. il materiale, da scegliere tra la ceramica e la tormalina
  2.  la regolazione della temperatura che può oscillare tra gli 80° e i 230°;
  3.  le piastre a ioni;
  4.  le dimensioni della piastra che non deve essere inferiore ai 2 cm;
  5.  la lunghezza del cavo e la sua flessibilità.

1 – Materiale in ceramica o tormalina


Per la scelta della migliore piastra per capelli e per tutelare il tuo cuoio capelluto, è molto importante valutare il materiale; infatti, le piastre con una resa qualitativamente preferibile sono realizzate in ceramica o in tormalina.

Si tratta di due materiali che distribuiscono equamente il calore, scorrendo delicatamente sui capelli senza rovinarli.

Oltre a essere in ceramica, la piastra sarà ancora migliore se rilascierà delle particelle dette ioni sui capelli,

le quali avranno lo scopo di renderli ancora più morbidi.

2 – La regolazione della temperatura della piastra

Alcune piastre liscianti presentano il tasto per la regolazione del calore che è un’ottima cosa,

perché non tutti i capelli sono in grado di sopportare la stessa temperatura.
Se i tuoi capelli sono mossi è sufficiente una temperatura compresa tra i 150° e i 180°,

se sono quelli ricci e quindi più difficili da lisciare servono 200°, i quali non andrebbero mai superati,

poiché si rischia di rovinare irrimediabilmente il capello e questo vale nonostante alcune aziende creino modelli di questo tipo.
Temperature inferiori, intorno agli 80°-100° sono utili invece per mantenere l’acconciatura.

3 – Piastre liscianti con tecnologia a ioni

La tecnologia a ioni consiste appunto nel rilascio di particelle che agiscono elettricamente sui capelli,

proteggendoli e rendendoli brillanti e setosi; questo potrebbe essere un fattore meno rilevante del materiale,

tuttavia è sempre da tenere in conto come ulteriore vantaggio al momento della scelta dell’acquisto.

4 – L’importanza delle dimensioni della piastra

Al momento dell’acquisto, oltre alle caratteristiche sopra menzionate, un altro fattore del quale è bene che tu tenga conto è quello relativo alle dimensioni della piastra lisciante.

Quando l’utensile è troppo piccolo, ha come vantaggio la sua proporzionale leggerezza, tuttavia rischierai di dover dedicare troppo tempo alla fase della stiratura, quindi non si rivelerebbe conveniente.

L’ideale è che la piastra abbia una larghezza di due centimetri circa e non meno.

Dovrai dare uno sguardo anche al cavo, il quale deve essere abbastanza flessibile, altrimenti si rivelerà troppo scomodo e inoltre non dovrà mai essere inferiore al metro e mezzo: la lunghezza ideale del cavo è di almeno due metri.

Scegliere la piastra in base al tipo di capello


Oltre alle importanti caratteristiche sopra menzionate, ti sarà possibile fare una valutazione che sia anche soggettiva, ovvero tale da scegliere una piastra lisciante che sia adatta alla tua tipologia di capello.
Per evitare di danneggiare la chioma, ad esempio, potrai sceglierla in base a:

– se hai i capelli corti, ti servirà una piastra stretta e compatta;

– se i tuoi capelli sono mossi e lunghi, ti sarà utile un modello lungo e largo;

– se i tuoi capelli sono molto lisci, opta per una piastra in ceramica o con ioni, la quale sarà in grado di sostenere l’alta temperatura.

La temperatura alta fino a 230° è sostenuta meglio da un capello riccio e spesso, quello ondulato non deve sopportare oltre i 200° e i capelli normali e colorati, al massimo 150°. I capelli sottili, quelli già trattati e stressati invece non devono subire oltre i 130° ed infine, quelli bianchi non più di 180°.

 Corretto utilizzo della piastra lisciante per capelli


L’uso della piastra per capelli deve essere fatto in modo accorto e misurato, tale che tu non debba rischiare di stressare e sfibrare il capello eccessivamente sottoposto al trattamento.
Salvo che per le piastre studiate appositamente per essere usate su quelli umidi, per tutte le altre ti è raccomandato di avere i capelli perfettamente asciutti per non rischiare di bruciarli. Non dovrai mai passare il ferro troppe volte lungo la stessa ciocca per non rischiare un eccessivo indebolimento delle fibre.
Sarebbe una buona abitudine da adottare anche quella di applicare un olio protettivo o una lozione per proteggere i tuoi capelli dal calore, prima di passare la piastra lisciante.

Articoli da Legere…

I più letti...

makeup

TINTE PER SOPRACCIGLIA

La colorazione delle sopracciglia è importante poiché mette in risalto lo sguardo, e nel contempo permette con un tempo di esposizione brevissimo di definire una

perizomi

perizomi

Il perizoma è considerato il capo femminile più sexy, utile da portare sotto i pantaloni stretti e praticamente invisibile. Le sue origini sono davvero molto